Han Solo: A Star Wars Story – Kessel e Corellia come ambientazioni?

Cinema
Giorgio Paolo Campi
Innamorato del cinema da quando a sei anni vide "I predatori dell'Arca perduta". E' in procinto di fondare una religione che proclami Macaulay Culkin il nuovo messia.

Innamorato del cinema da quando a sei anni vide "I predatori dell'Arca perduta". E' in procinto di fondare una religione che proclami Macaulay Culkin il nuovo messia.

Il più veloce pezzo di ferraglia di tutta la galassia. La nave da carico più famosa dell’universo Star Wars. Avete capito di cosa stiamo parlando, vero? Come potrebbe essere altrimenti?

Già, il Millennium Falcon. O, per i nerd più precisi, il mercantile corelliano leggero YT-1300 492727ZED, giunto nelle mani di Han Solo grazie ad una vittoria a Sabacc contro Lando Calrissian. Una nave in grado di seminare gli incrociatori stellari della flotta imperiale, la stessa nave che ha fatto la rotta di Kessel in meno di 12 parsec.

Finora ogni nuovo film della saga, oltre a presentare i volti di nuovi personaggi, aveva anche allargato gli orizzonti dell’ambientazione, inserendo nel vastissimo e composito universo di Star Wars nuovi affascinanti pianeti; anche  Star Wars: Episodio VIII – Gli ultimi Jedi, infatti, presenterà due nuove ambientazioni, Crait e Canto Bight.

La storia del Falcon la conosciamo tutti, ma finora i nomi citati rimanevano, per l’appunto, soltanto nomi. Eppure, qualcosa sta per cambiare: Corellia e Kessel, due pianeti tanto noti eppure mai comparsi sul grande schermo dal lontano 1977, potrebbero essere rappresentati in Han Solo: A Star Wars Story, lo spin-off dedicato al giovane Han Solo, come è emerso dall’ultimo episodio di Now This Is Podcasting! di Making Star Wars.

A quanto risulta, la trama del film coprirà un arco temporale di circa sei anni, tra il diciottesimo e il ventiquattresimo della vita di Han. È molto probabile perciò che Corellia, il suo pianeta natale, compaia nella prima parte del film, che dovrebbe raccontare della decisione di Han di abbandonare le corse con gli speeder per darsi al contrabbando. Secondo il podcast, le immagini – comparse qualche giorno fa sul web – che ritraggono interni di speeder, potrebbero far parte di scene del film ambientate proprio su Corellia.

Su Kessel invece ci sono meno informazioni, ma un’ipotesi plausibile è che forse, finalmente, il mistero della rotta e dell’impresa di velocità di Han sia risolto in questo film.

Han Solo: A Star Wars Story (ancora senza un titolo ufficiale) è diretto da Ron Howard e sceneggiato da Lawrence Kasdan con il figlio Jon. Nel cast compariranno Alden Ehrenreich nei panni di Han Solo e Woody Harrelson (Non è un paese per vecchi, The War – Il pianeta delle scimmie) in quelli di Beckett, mentore del giovane Han. Donald Glover (The Martian, Spider-Man: Homecoming) sarà Lando Calrissian, Joonas Suotamo (già controfigura di Peter Mayhew per le scene d’azione ne Il risveglio della Forza) vestirà i panni di Chewbacca ed Emilia Clarke (Game of Thrones) quelli di Kira. Recentemente, si è unito al cast anche Paul Bettany (A Beautiful Mind, Master & Commander – Sfida ai confini del mare, Iron Man, Avengers: Infinity War).

La pellicola verrà distribuita nelle sale americane dal 25 maggio 2018; in Italia invece dal giorno 23 maggio 2018.

Altri articoli in Cinema

Outer Space Cantina #1 – Teen Horror, dallo slasher al coming-of-age: Evoluzione di un genere.

Giorgio Paolo Campi26 aprile 2018

Avengers Infinity War, la Recensione – NO SPOILER

Andrea Prosperi25 aprile 2018

Mostra dedicata ai film di J.K. Rowling

Carmen Graziano24 aprile 2018

Avengers: Infinity War – La Famiglia si allarga: Clip video dal film

Carmen Graziano24 aprile 2018
Venom

Secondo trailer di Venom – Mostrato il simbionte

Silvestro Iavarone24 aprile 2018
Marvel Studios

Kevin Feige risponde alla questione X-Men/F4

Luca Paura24 aprile 2018