Pacific Rim: La rivolta – Arrivano le prime recensioni da parte della critica

Cinema
Nato a Rimini nel 1997 si appassiona al cinema, agli anime e ai fumetti in giovane età; pochi anni più tardi scatta anche l'amore per le serie Tv; il ricordo più caro sono probabilmente le serate insonni passate insieme all'anime night di MTV insieme a cult come Evangelion, Cowboy Bebop, Ken Il Guerriero, ecc...

Nato a Rimini nel 1997 si appassiona al cinema, agli anime e ai fumetti in giovane età; pochi anni più tardi scatta anche l'amore per le serie Tv; il ricordo più caro sono probabilmente le serate insonni passate insieme all'anime night di MTV insieme a cult come Evangelion, Cowboy Bebop, Ken Il Guerriero, ecc...

5 anni fa Guillermo del Toro fece uscire al cinema Pacific Rim, un film che spacco in due critica e pubblico fra chi lo aveva odiato e chi lo aveva amato. Quest’ultimi da oggi, potranno visionare il sequel del film del regista messicano (che in questo caso diventa produttore) affidato a sorpresa ad un novizio tale Steven S. DeKnight. Nonostante il cambio di regista, in molti attendevano questo film: le aspettative saranno state ricambiate? Per ora gli unici a dare una risposta a questo quesito sono i critici americani che hanno potuto visionare in anteprima la pellicola.

Qui di seguito alcune prime impressioni sul film:

DeKnight dimostra di saper dirigere combattimenti in cgi tanto bene quanto il suo predecessore, Guillermo del Toro. Questi film diventano divertenti quando i giganteschi rivali collidono fra loro. Sono ancora più divertenti quando ci sono meno spiegazioni e più esplosioni. Un film su dei robot che combattono dei mostri non ha certo bisogno di troppa ingegnosità” – New York Daily News.

Pacific Rim: La rivolta fa alcune cose in modo migliore rispetto al film precedente: Boyega è un protagonista più carismatico di quanto Hunnam potrà mai essere…non riesco proprio ad odiarlo; ad un certo punto a qualunque fan di qualunque genere di film piace guardare mostri e robot che si tirano grattacieli a vicenda” – Den of Geek.

Oltre a queste opinioni generalmente positive se ne trovano alcune anche negative:

Ciò che una volta era un alternativa agli innumerevoli sequel dal grande budget è diventato un franchise grossolano, poco originale e inesorabile come molti altri” – The Playlist.

Insomma anche questa volta sembra che il franchise ideato da Guillermo del toro abbia riscontrato critiche miste (al momento su Rotten Tomatoes ha un punteggio del 58%) ma soltanto il tempo darà il verdetto finale.

Fonte: CinemaBlend

Altri articoli in Cinema

Addio al Mini Me di Austin Powers

Armando Di Carlo22 aprile 2018
Halloween

John Carpenter comporrà la colonna sonora del nuovo Halloween

Silvestro Iavarone22 aprile 2018

Avengers Infinity War – 5 Cose che non sappiamo del film

Andrea Prosperi20 aprile 2018

Avengers: Infinity War – Svelato il budget del nuovo film dei Marvel Studios

Alessio Lonigro20 aprile 2018

Marvel Studios: Joe Russo parla dei prossimi cameo di Stan Lee nei film

Alessio Lonigro20 aprile 2018

Walt Disney Studios allarga i piani per le nuove tecnologie Dolby

Silvestro Iavarone20 aprile 2018