Bohemian Rhapsody e A Star is Born non competeranno come musical ai Golden Globe

Cinema
Martina Cofano
Appassionata di Fotografia e novella Scenografa, divoratrice professionista di Serie TV. Conservare in un luogo fresco a con connessione WI-FI.

Appassionata di Fotografia e novella Scenografa, divoratrice professionista di Serie TV. Conservare in un luogo fresco a con connessione WI-FI.

Mancano ancora pochi mesi alla cerimonia dei Golden Globe, e già si infiammano i palchi ed i cinema alla ricerca delle migliori opere cinematografiche sul mercato di quest’anno. L’evento sarà celebrato il 6 Gennaio 2019. Sembra ancora che manchi un sacco di tempo prima di questa data, ma è in questo periodo che iniziano i giochi alla ricerca delle opere da premiare. Il percordo dei Golden Globe è fondamentale alla corsa verso gli Oscar, in quanto i candidati verrano giudicati sotto diversi aspetti, citiamo il miglior discorso, la miglior presenza scenica, la capacità di dialogare con spettatori e giuria. Tutti punti fondamentali per gli scrutini degli Oscar, che avranno inizio il giorno dopo le premiazioni dei Golden Globe. Oggi chiariamo un punto che molti spettatori non hanno ancora chiaro in mente, e cioè le nomination di due dei film di quest’anno che spopolano (e spopoleranno) nelle sale di tutto il mondo.

La concentrazione di oggi va in merito ai candidati A Star is Born, con la partecipazione di Bradley Cooper e Lady Gaga, e di Bohemian Rhapsody col trasformista Rami Malek. Nonostante questi due titoli navighino in brani musicali, sia originali per quanto riguarda Cooper e Gaga, che di imbattibili opere, come quelle dei Queen, non saranno titoli nominati come musical ai Golden Globe.
I due titoli competeranno come film drama, scartando sin da subito anche la categoria commedia. Ciononostante attori e produttori non si sono fatti scoraggiare dalla decisione degli scrutinatori dei Globe, in quanto A Star is Born (per esempio) è molto più vicina alla categoria drama che a quella del musical. Certo, la cantautrice Lady Gaga la fa da padrona sulla scena pop mondiale, ma pensiamo ambisca a far emergere più le sue doti attoriali che quelle canore già evidenti.

Diverso è il discorso per Bohemian Rhapsody, in quanto gareggiare nella categoria drama sia rischioso. Sarebbe stata una vittoria più semplice se si fosse candidato direttamente nella categoria musical. Le reazioni alle prime proiezioni del film sono state contrastanti, ma tutti sono stati d’accordo nell’elogiare il grande talento che Malek ha dimostrato nella sua interpretazione di Freddie Mercury. Aspettiamo ansiosi nuovi sviluppi sulle candidature dei Golden Globes, senza contare che dovremo avere a che fare subito con le nomination agli Oscar.
Guardiamo il lato positivo, nella sezione musical è stato candidato Mary Poppins Returns, giusto per tornare anche un po’ bambini.

Fonte: Collider

Altri articoli in Cinema

1917: annunciata data di uscita del film di Sam Mendes

Sara Susanna14 Dic 2018

Kit Harington, ecco la sua “Audizione” per Dragon Trainer

Daniele Camerlingo14 Dic 2018

Il ritorno di Mary Poppins, la Recensione – NO SPOILER

Andrea Prosperi14 Dic 2018

Macchine Mortali, la Recensione – NO SPOILER

Stefano Dell'Unto14 Dic 2018

Black Widow: Lucrecia Martel critica i film dei Marvel Studios

Alessio Lonigro14 Dic 2018

Tremors 7: Michael Gross conferma il suo ritorno

Sara Susanna14 Dic 2018