Dragon Trainer – Il Mondo Nascosto, la Recensione – NO SPOILER

Anteprime
Andrea Prosperi
Lettore ossessivo-compulsivo, quando non è su Twitter lo trovate a scrivere articoli sulle ultime novità del mondo dei fumetti.
@Www.twitter.com/Zero_Borja

Lettore ossessivo-compulsivo, quando non è su Twitter lo trovate a scrivere articoli sulle ultime novità del mondo dei fumetti.

Se c’è un franchise con cui davvero DreamWorks ha replicato il successo di Shrek, questo è sicuramente Dragon Trainer (in originale How To Train your Dragon), saga che ha attraversato cinematograficamente questo decennio con una trilogia decisamente gradevole. Era infatti il 2010 quando le sale si riempirono per il primo capitolo di una storia che giunge, in questo inverno del 2019, alla sua naturale conclusione. Il 31 Gennaio arriva nel Belpaese Dragon Trainer Il Mondo Nascosto, e non potevamo di certo non parlarvene!

Crescita

Poco sopra abbiamo parlato di “conclusione”, proprio perché, a scanso di clamorosi ripensamenti, con questa pellicola si chiude la parabola di Hiccup e Sdentato, i due protagonisti. Il primo un giovane vichingo, decisamente fuori dalla norma, gracile, debole, senza quella barba e quella possanza che immaginiamo appartenere a quello storico popolo. Il secondo una Furia Buia, drago temutissimo in un mondo dove lo scontro tra uomini e draghi è ai suoi massimi livelli. Eppure, nei primi due episodi, abbiamo visto cambiare radicalmente questo paradigma, con l’amicizia tra Hiccup e Sdentato a fare da ponte alle relazioni tra le due specie, con il loro villaggio, Berk, sempre più casa delle ancestrali creature. In tutto ciò i due crescono, e da “infanti” si avviano al raggiungimento della maturità.

Proprio questo è il tema principale di questo nuovo capitolo della saga: mentre appare un nuovo, temibile avversario, i due dovranno affrontare la realtà che cambia intorno a loro, prendendo delle scelte che ne segneranno il passaggio verso l’età adulta. Il tutto sognando una terra mitica, il cosiddetto Mondo Nascosto, in cui poter vivere insieme, uomini e draghi, lontani dai tanti cacciatori e nemici che assediano il popolo di Berk.

Avversari

Il problema, purtroppo, è rappresentato da un forte squilibrio sul piatto della bilancia. Tutto lo spazio dedicato al rapporto e alla crescita dei due protagonisti finisce per togliere spazio prezioso al “villains” della pellicola, il cacciatore di draghi Grimmel. Il personaggio finisce per risultare una minaccia decisamente poco reale, restando fin troppo sullo sfondo della pellicola, e avvantaggiandosi spesso dei semplici e grossolani errori dei protagonisti. Il risultato è una eccessiva stereotipizzazione, senza riuscire a replicare l’ottimo risultato del secondo capitolo della saga.

Al contrario la sceneggiatura è abbastanza solida, anche se qualche minuto in più avrebbe sicuramente giovato nelle parti del racconto meno esplorate, lasciando che siano diverse “coincidenze” a guidare la narrazione.

Meraviglia

Il ritmo è elevato per tutta la pellicola, anche per un minutaggio sotto i 120 minuti che favorisce un racconto più veloce e privo di momenti morti, grazie anche ad una regia chiara e decisamente non confusa.

La CGI, non ci sono dubbi, è davvero di alto livello, così come i design dei vari personaggi sullo schermo. Lo studio estetico, in corso ormai da diversi anni, arriva decisamente al culmine, riuscendo a presentare decine di draghi mantenendo linee comuni e differenti, donando una identità a ogni specie presente sullo schermo. Gli ambienti stessi giovano immensamente della qualità della CGI, sfruttata in maniera a dir poco perfetta.

Leggi anche:  Frankestein Junior (1974), L'Aereo più pazzo del Mondo (1980): quando la parodia ben fatta vale più dell'originale

Al contrario la colonna sonora risulta piuttosto anonima, senza un tema che sappia colpire l’orecchio dello spettatore. Un peccato, perché alcuni momenti avrebbero sicuramente richiesto una maggiore epicità attraverso la soundtrack.

Da vedere?

Dragon Trainer Il Mondo Nascosto è una pellicola da vedere? Decisamente sì. Nonostante alcuni difetti resta una perfetta conclusione di una trilogia che, se già vi ha fatto sognare, non mancherà di farlo anche questa volta, riuscendo ad emozionare ogni età, con diverse chiavi di lettura per ogni spettatore.

Entrate al cinema, e preparatevi a volare ancora con Hiccup e la sua Furia Buia!

Dal 31 Gennaio nelle sale italiane.

Dragon Trainer Il Mondo Nascosto

7

Sceneggiatura

7.0/10

Regia

7.0/10

CGI

8.0/10

Caratterizzazione

7.0/10

Colonna Sonora

6.0/10

Pros

  • Ottima la crescita dei protagonisti
  • CGI meravigliosa

Cons

  • Una colonna sonora tutt'altro che memorabile
  • Avversario poco incisivo

Altri articoli in Anteprime

Recensione Pets 2 Vita da Animali

Andrea Prosperi2 Giugno 2019

Detective Pikachu, la Recensione – NO SPOILER

Andrea Prosperi6 Maggio 2019

Captain Marvel, la Recensione – NO SPOILER

Andrea Prosperi5 Marzo 2019

Dragon Ball Super: Broly, la Recensione – NO SPOILER

Alessandro Niro15 Febbraio 2019

Creed II, la Recensione – NO SPOILER

Stefano Dell'Unto15 Gennaio 2019

Spider-Man: Un Nuovo Universo, la Recensione – NO SPOILER

Andrea Prosperi16 Dicembre 2018