Fantafestival – Anteprima dell’horror italiano The Wicked Gift

Anteprime
Giorgio Paolo Campi
Innamorato del cinema da quando a sei anni vide "I predatori dell'Arca perduta". E' in procinto di fondare una religione che proclami Macaulay Culkin il nuovo messia.

Innamorato del cinema da quando a sei anni vide "I predatori dell'Arca perduta". E' in procinto di fondare una religione che proclami Macaulay Culkin il nuovo messia.

Proprio in questi giorni (dal 22 al 26 novembre), si sta svolgendo nella nostra capitale la 37a edizione del Fantafestival, mostra internazionale dedicata al cinema di fantascienza e del fantastico. La manifestazione si propone ogni anno non soltanto come un luogo di aggregazione per cinefili ed appassionati, ma anche nel ruolo di primo importante palcoscenico, di vetrina che offre grandi possibilità di visibilità a piccole produzioni dotate di potenziale e talenti emergenti del cinema di genere nostrano e non solo. Il fine ultimo, secondo le dichiarazioni di Luca Ruocco, uno degli organizzatori del Fantafestival, è il tentativo di proporre una valida alternativa ai circuiti tradizionali dell’industria cinematografica italiana, che spesso presentano difficoltà – purtroppo sistemiche – invalicabili per chi tenta di emergere:

Lo scopo principale di un festival deve essere quello di puntare la luce su opere coraggiose e registi giovani o poco conosciuti che con impegno e forza di volontà riescono a sopperire ad un sistema produttivo e distributivo da troppo tempo stagnante, quando si parla di cinema di genere in Italia.”

Questo è precisamente il caso del giovanissimo regista, produttore ed attore Roberto D’Antona, che nella giornata di ieri ha assistito insieme al pubblico all’anteprima nazionale della sua prima opera cinematografica, il thriller-horror The Wicked Gift, in uscita nelle sale il prossimo dicembre. Presenti all’evento insieme con lui, anche altri membri della casa di produzione L/D Production, tra cui la co-fondatrice Annamaria Lorusso (anche interprete nella pellicola) che si è detta soddisfatta del traguardo raggiunto:

Siamo veramente felici e soddisfatti del nostro film, soprattutto perchè si tratta di una pellicola indipendente, nata dal basso e totalmente finanziata e prodotta da MoviePlanet Group in collaborazione con L/D Production. Un traguardo fondamentale per il cinema di genere italiano, visto che credo sia la prima volta in cui un progetto 100% indipendente riesce ad ottenere una distribuzione legata prevalentemente alle pellicole mainstream.”

Un traguardo prezioso, che presuppone un percorso, quello lungo e accidentato di ogni artista che voglia iniziare a mostrarsi al pubblico, ma che si rivela in ogni caso capace di regalare forti emozioni e profonde gioie, come traspare dalle parole di Roberto: “Proiettare il film all’interno di questa rassegna è per me un grosso onore ed è anche una tappa fondamentale del percorso che The Wicked Gift sta compiendo dall’idea sulla carta più o meno un anno fa all’importante traguardo delle sale cinematografiche e anche oltre […]”.

La proiezione del film si è rivelata un successo a tutto tondo, avendo suscitato non solo l’approvazione, ma persino una risposta calorosamente entusiastica da parte del pubblico presente in sala, che è rimasto colpito e piacevolmente terrorizzato dallo spettacolo.

The Wicked Gift, prodotto congiuntamente da L/D Production e MoviePlanet Group, vede alla regia e alla sceneggiatura Roberto D’Antona. ll cast ha un respiro internazionale, nonostante la produzione italiana: oltre a D’Antona stesso (nel ruolo del protagonista, Ethan), ritroviamo la crew interprete della serie TV crime-drama The ReapingAnnamaria LorussoKateryna KorchynskaFrancesco EmuloMirko D’antonaAndrea MilanAlice ViganòDavid White. E’ stato lasciato spazio anche a giovanissime nuove promesse, come Alessandro Pellino o Jan Argenio. E’ già possibile ascoltare la suggestiva colonna sonora della compositrice Aurora Rochez a questi link: Spotify/iTunes/Amazon.it/Google Play. Le riprese si sono svolte a partire dalla fine di marzo di quest’anno in varie zone del nord Italia tra le province di Novara, Vercelli e Varese.

Questa la sinossi ufficiale del film:

Ethan è un giovane designer, timido e piuttosto riservato, che da anni è afflitto da insonnia a causa di terribili incubi. Decide di andare in terapia per risolvere il suo problema pensando di avere disturbi della personalità, ma sarà grazie all’aiuto del suo migliore amico e di una medium che affronterà il lungo viaggio che lo condurrà alla consapevolezza che i suoi incubi nascondono qualcosa di molto più oscuro di quanto potesse immaginare.

Se vi foste persi il trailer ufficiale, potete trovarlo a questo link. A questi, invece, troverete i siti di L/D Production e Movieplanet e del filmQui invece potete trovare il sito personale di Roberto.

A questo link, infine, potrete trovare la nostra intervista in esclusiva con il regista Roberto D’Antona, che ci ha parlato delle sue fonti d’ispirazione alla regia, degli anni ’80, dell’attuale panorama dell’industria cinematografica in Italia, di cinecomics e di molto altro! Cosa aspettate? Correte a leggerla se volete arrivare preparati a vedere il film!

Dopo l’uscita cinematografica, la pellicola verrà distribuita anche in Home Video, in DVD e BluRay, da parte di CG Entertainment.

Non ci resta quindi che attendere il prossimo 6 dicembre per l’appuntamento al cinema con The Wicked Gift. Respirate profondamente: il film che vi terrorizzerà è in arrivo!

Fonte: ldproduction

Altri articoli in Anteprime

DogMan, la Recensione – NO SPOILER

Carmen Graziano17 maggio 2018

Solo: A Star Wars Story, la Recensione – NO SPOILER

Carmen Graziano17 maggio 2018

Avengers Infinity War, la Recensione – NO SPOILER

Andrea Prosperi25 aprile 2018

Game Night – Indovina chi muore stasera?, la Recensione – NO SPOILER

Lucilla Tomassi18 aprile 2018

Akira, la Recensione – NO SPOILER

Carmen Graziano13 aprile 2018

Ready Player One, la Recensione – NO SPOILER

Carmen Graziano20 marzo 2018