Guardiani della Galassia: un fan ha scoperto l’Easter Egg finale?

Cinema
Alessio Lonigro
Nato nel 1999 a Bari, comincia a leggere fumetti a partire dal 2007, in piena Civil War. Ma è dal 2012 che nasce il suo amore definitivo per una delle più importanti case editrici di sempre: la Marvel. Non importa se si parli di film, fumetti o serie TV... Alessio e la Casa delle Idee sono una cosa sola!

Nato nel 1999 a Bari, comincia a leggere fumetti a partire dal 2007, in piena Civil War. Ma è dal 2012 che nasce il suo amore definitivo per una delle più importanti case editrici di sempre: la Marvel. Non importa se si parli di film, fumetti o serie TV... Alessio e la Casa delle Idee sono una cosa sola!

Sono passati ormai 4 anni da quando il primo film sui Guardiani della Galassia è stato distribuito nelle sale cinematografiche di tutto il mondo ma, ad oggi, nessuno è stato in grado di scoprire l‘Easter Egg finale nascosto dal regista James Gunn. Nonostante moltissimi fan, particolarmente attenti, abbiano notato ed analizzato determinati dettagli nascosti con cura dal regista, Gunn ha ribadito in più occasioni che l’ultimo Easter Egg non è stato ancora rivelato. Tuttavia, una nuova teoria dello YouTuber Second Son potrebbe porre la parola fine a questa interminabile ricerca.

Come sappiamo, nella scena in cui il Collezionista (Benicio Del Toro) è intento a spiegare la storia delle Gemme dell’Infinito ai membri dei Guardiani della Galassia, è possibile intravedere il volto di una particolare razza aliena in fase di decomposizione e, stando a questa teoria, si tratterebbe di “Sentience of the Universe“, un’entità cosmica dei fumetti che rappresenta essenzialmente la personificazione della vita nel precedente Universo.

Quando quest’ultimo collassò su sé stesso, quest’entità ha cercato una delle ultime forme di vita senzienti trovandola nell’esploratore Galan del pianeta Taa, e, dall’unione di queste due entità, si è originato un uovo cosmico da cui poi sarebbe nato uno dei più personaggi Marvel più iconici e conosciuti di sempre, Galactus il Divoratore di mondi.

Un’altro indizio che confermerebbe questa teoria è rappresentato dal fatto che, molto probabilmente, il pianeta distrutto dal Celestiale mostrato nel film diretto da James Gunn potrebbe essere proprio Taa, il pianeta natale di Galan/Galactus. Ad avvalorare questa tesi è sicuramente un dettaglio che è sfuggito a molti fan: l’asta utilizzata dal Celestiale che imbriglia il potenziale distruttivo della Gemma del Potere ha la forma iconica dell’elmo di Galactus.

Ovviamente si tratta solo di una teoria che, al momento, non è stata né confermata né smentita da James Gunn. Anche se tecnicamente questo Easter Egg precede di qualche anno la notizia della possibile acquisizione della 20th Century Fox (che, ricordiamo, detiene i diritti dei Fantastici 4 e, pertanto, di Galactus) da parte della Disney, l’attenzione per questo probabile dettaglio nascosto è veramente ammirevole.

Fonte: ComicBook.com

Altri articoli in Cinema

1917: annunciata data di uscita del film di Sam Mendes

Sara Susanna14 Dic 2018

Kit Harington, ecco la sua “Audizione” per Dragon Trainer

Daniele Camerlingo14 Dic 2018

Il ritorno di Mary Poppins, la Recensione – NO SPOILER

Andrea Prosperi14 Dic 2018

Macchine Mortali, la Recensione – NO SPOILER

Stefano Dell'Unto14 Dic 2018

Black Widow: Lucrecia Martel critica i film dei Marvel Studios

Alessio Lonigro14 Dic 2018

Tremors 7: Michael Gross conferma il suo ritorno

Sara Susanna14 Dic 2018