iBoy, film originale Netflix – Recensione

Cinema
Alessandro Niro
Nato il 16 luglio 1988, è stato fin da bambino appassionato di videogiochi, cinema, serie TV e fumetti. Ex redattore/recensore di varie testate giornalistiche e attualmente titolare di una società Informatica, ha deciso di aprire una propria freepress dedicata al mondo nerd. La passione per quello che fa ed ama, non lo ha mai fermato davanti a niente e nessuno.

Nato il 16 luglio 1988, è stato fin da bambino appassionato di videogiochi, cinema, serie TV e fumetti. Ex redattore/recensore di varie testate giornalistiche e attualmente titolare di una società Informatica, ha deciso di aprire una propria freepress dedicata al mondo nerd. La passione per quello che fa ed ama, non lo ha mai fermato davanti a niente e nessuno.

Tempo di lettura: 3 minuti

Il 27 gennaio la piattaforma Netflix ha rilasciato il suo nuovo film: iBoy, diretto da Adam Randall ed ispirato all’omonimo romanzo di Kevin Brooks. Nel cast ritroviamo Maisie Williams (Arya de Il trono di spade) e Bill Milner (X-Men – L’inizio di Matthew Vaghn; Locke di Steven Knight), nei ruoli dei personaggi principali: Lucy e Tom.

Tom è un ragazzo orfano, cresciuto da sua nonna e, considerato dai suoi compagni, lo sfigato della scuola fino a quando non succede l’imprevisto. Un giorno, per andare a casa di Lucy a studiare, ragazza di cui è innamorato da anni, si ritrova un gruppo di malviventi che hanno aggredito lei e la sua famiglia. Fuggendo, viene colpito da un colpo di pistola alla testa mentre tentava di chiamare la Polizia. Rimasto in coma per 10 giorni e dopo una delicata operazione si risveglia, con una brutta notizia. Dei pezzi di telefono gli sono entrati nel cervello e, l’operazione per rimuoverli, è praticamente impossibile.

iBOY

Da qui, tutto cambia. Tom inizia una ricerca disperata di vendetta scoprendo, grazie al telefono nel suo cervello, i suoi nuovi “poteri”. È infatti ora capace di controllare tutti i dispositivi elettronici con la mente.

Un eroe 2.0. Watch Dogs rulez…

Screen_Shot_2017_01_12_at_10.18.16_AM

Le capacità del protagonista ci fanno tornare alla mente giochi e serie tv i quali: Watch Dogs, Black MirrorMr. Robot. Riesce praticamente a mescolare in un unico calderone tutto quanto in modo abbastanza buono. Chi non ha mai sognato di inviare un SMS con la propria mente o meglio, accendere il motore di una macchina, spiare conversazioni telefoniche a distanza o seguire un GPS come un vero e proprio navigatore?

Leggi anche:  Jason Bourne: cinque new entry nel cast della serie tv spin-off

Un ragazzo timido, impacciato, strano e sfigatello, si ritrova tra le mani un potere enorme da usare per trovare le persone che hanno aggredito Lucy, lo hanno fatto diventare “una macchina” e stanno lentamente corrompendo un’intera città.

iboy-v1-506350

Il film può essere categorizzato al genere dei film d’azione, dallo stile molto dinamico ed avvincente. La fotografia utilizza e si sviluppa in scenografie cupe e semi-soggettive, che permettono allo spettatore di immedesimarsi, sebbene non completamente, nel personaggio e nella sua storia.

Gli effetti speciali risultano ben riusciti, i poteri psichici di Tom risultano convincenti e ben studiati, grazie anche ad un supporto sonoro che si amalgama bene al contesto.

Una narrazione troppo svelata

Di contro, vediamo un ragazzo che prende subito confidenza con i propri poteri utilizzandoli praticamente nell’immediato e senza alcuna difficoltà o stupore. Avremmo preferito una crescita esponenziale del personaggio come in altri film del genere ma, purtroppo, la narrazione è praticamente castrata da questa velocità di presa di coscienza.

iboy-netflix

Le interpretazioni degli attori risultano comunque molto buone anche se, nonostante il trauma subito, la Williams ha dato al suo personaggio, un atteggiamento un po’ troppo inaspettato.

iBoy

6.7

Trama

6.0/10

Fotografia

7.0/10

Cast

6.0/10

Musiche

7.0/10

Godibilità

7.5/10

Pros

  • Godibile
  • Buona fotografia
  • Ottime ambientazioni
  • Musiche e suoni prorompenti

Cons

  • Storia vista e rivista
  • Molti personaggi non caratterizzati
  • Velocità della narrazione
  • Finale troppo scontato

Altri articoli in Cinema

Cats: ecco il trailer del film con Taylor Swift e Judith Dench

Sara Susanna18 Luglio 2019

Terminator Destino Oscuro, Edward Furlon torna nel ruolo di John Connor

Stefano Dell'Unto18 Luglio 2019

Jay and Silent Bob Reboot, il trailer del nuovo film di Kevin Smith

Stefano Dell'Unto18 Luglio 2019

Top Gun Maverick – Il primo trailer del sequel con Tom Cruise!

Stefano Dell'Unto18 Luglio 2019

It Capitolo Due: il final trailer del film tratto dal romanzo di Stephen King!

Stefano Dell'Unto18 Luglio 2019

Ad Astra Missione classificata: il nuovo trailer del film con Brad Bitt

Stefano Dell'Unto18 Luglio 2019