James Gunn risponde al licenziamento da parte della Disney e salta il Comic-Con

Nella giornata di ieri è arrivato l’annuncio ufficiale del licenziamento di James Gunn da parte della Disney. La decisione è stata presa dopo che sono riemersi online alcuni vecchi tweet con i quali il regista scherzava su pedofilia e stupro. Erano stati postati su un account di Gunn che è stato poi cancellato.

Il regista e sceneggiatore della saga di Guardiani della Galassia ha diramato un comunicato ufficiale:

Le mie parole di quasi un decennio fa non riuscirono ad essere provocatorie. Per molti anni mi sono pentito di quelle parole, non solo perché erano stupide, non erano divertenti, erano insensibili e non erano provocatorie come avevo sperato, ma anche perché non riflettono la persona che sono.

Nonostante sia passato molto tempo, capisco e accetto la decisione che la compagnia ha preso oggi. Anche molti anni dopo mi prendo la responsabilità per come mi sono comportato. Tutto quello che posso fare, oltre ad esprimere il mio più sincero pentimento, è essere il miglior essere umano possibile: devo accettare, capire, lottare per l’uguaglianza, essere più sensibile circa le mie dichiarazioni pubbliche e i miei obblighi nei discorsi pubblici. A tutti quelli dentro e fuori la mia industria, offro le più profonde scuse.

Martedì scorso, Gunn ha postato la seguente immagine su Twitter col quale dava appuntamento ai suoi fan al panel Sony che si è svolto la notte scorsa al Comic-Con. L’immagine rimanda, seppur con qualche lieve differenza, alla runa dell’Erede di Bloodborne, videogame pubblicato da Sony in esclusiva per PlayStation. Il simbolo ricorda anche il marchio sacrificale di Berserk.

Quale che sia il progetto in questione, comunque, l’annuncio è stato rinviato. James Gunn non è intervenuto al Comic-Con dopo la notizia del licenziamento.

Fonte: Entertainment Weekly

Altri articoli in Cinema

1917: annunciata data di uscita del film di Sam Mendes

Sara Susanna14 Dic 2018

Kit Harington, ecco la sua “Audizione” per Dragon Trainer

Daniele Camerlingo14 Dic 2018

Il ritorno di Mary Poppins, la Recensione – NO SPOILER

Andrea Prosperi14 Dic 2018

Macchine Mortali, la Recensione – NO SPOILER

Stefano Dell'Unto14 Dic 2018

Black Widow: Lucrecia Martel critica i film dei Marvel Studios

Alessio Lonigro14 Dic 2018

Tremors 7: Michael Gross conferma il suo ritorno

Sara Susanna14 Dic 2018