Pacific Rim: La rivolta – Arrivano le prime recensioni da parte della critica

Cinema
Nato a Rimini nel 1997 si appassiona al cinema, agli anime e ai fumetti in giovane età; pochi anni più tardi scatta anche l'amore per le serie Tv; il ricordo più caro sono probabilmente le serate insonni passate insieme all'anime night di MTV insieme a cult come Evangelion, Cowboy Bebop, Ken Il Guerriero, ecc...

Nato a Rimini nel 1997 si appassiona al cinema, agli anime e ai fumetti in giovane età; pochi anni più tardi scatta anche l'amore per le serie Tv; il ricordo più caro sono probabilmente le serate insonni passate insieme all'anime night di MTV insieme a cult come Evangelion, Cowboy Bebop, Ken Il Guerriero, ecc...

5 anni fa Guillermo del Toro fece uscire al cinema Pacific Rim, un film che spacco in due critica e pubblico fra chi lo aveva odiato e chi lo aveva amato. Quest’ultimi da oggi, potranno visionare il sequel del film del regista messicano (che in questo caso diventa produttore) affidato a sorpresa ad un novizio tale Steven S. DeKnight. Nonostante il cambio di regista, in molti attendevano questo film: le aspettative saranno state ricambiate? Per ora gli unici a dare una risposta a questo quesito sono i critici americani che hanno potuto visionare in anteprima la pellicola.

Qui di seguito alcune prime impressioni sul film:

DeKnight dimostra di saper dirigere combattimenti in cgi tanto bene quanto il suo predecessore, Guillermo del Toro. Questi film diventano divertenti quando i giganteschi rivali collidono fra loro. Sono ancora più divertenti quando ci sono meno spiegazioni e più esplosioni. Un film su dei robot che combattono dei mostri non ha certo bisogno di troppa ingegnosità” – New York Daily News.

Pacific Rim: La rivolta fa alcune cose in modo migliore rispetto al film precedente: Boyega è un protagonista più carismatico di quanto Hunnam potrà mai essere…non riesco proprio ad odiarlo; ad un certo punto a qualunque fan di qualunque genere di film piace guardare mostri e robot che si tirano grattacieli a vicenda” – Den of Geek.

Oltre a queste opinioni generalmente positive se ne trovano alcune anche negative:

Ciò che una volta era un alternativa agli innumerevoli sequel dal grande budget è diventato un franchise grossolano, poco originale e inesorabile come molti altri” – The Playlist.

Insomma anche questa volta sembra che il franchise ideato da Guillermo del toro abbia riscontrato critiche miste (al momento su Rotten Tomatoes ha un punteggio del 58%) ma soltanto il tempo darà il verdetto finale.

Fonte: CinemaBlend

Altri articoli in Cinema

Captain Marvel: un dietro le quinte con uno sguardo dettagliato al costume

Stefano Dell'Unto20 settembre 2018

Creed 2: Michael B. Jordan vuole proseguire la saga

Stefano Dell'Unto20 settembre 2018

James Bond 25: Cary Fukunaga è il nuovo regista

Stefano Dell'Unto20 settembre 2018

Grumpy Old Men: Eddie Murphy nel remake di “Due irresistibili brontoloni”

Giulia D’Onofrio20 settembre 2018

Gli incredibili 2 – Il film raggiunge i 600 mila euro e conquista il Box Office

Luca Paura20 settembre 2018

Doctor Sleep: Bruce Greenwood nel cast del sequel di Shining

Stefano Dell'Unto20 settembre 2018