Cinema
Classe 1988, da sempre appassionata di cinema e fumetti, vive a Padova dove è ritornata dopo un lungo periodo trascorso tra Roma, Dublino, Matera e Padova. Assidua frequentatrice di mercatini dell'usato e fiere del fumetto, il collezionismo è il suo hobby preferito, insieme all'amore per la scrittura. Insegna italiano e storia e geografia alle superiori e alle medie, e spesso in classe parla volentieri di Dylan Dog, piuttosto che di Gabriele D'annunzio. Un suo maestro, un tempo, la rimproverò dicendole "Fare, o non fare! Non c'è provare!", e questo è diventato, ormai, il suo motto.

Classe 1988, da sempre appassionata di cinema e fumetti, vive a Padova dove è ritornata dopo un lungo periodo trascorso tra Roma, Dublino, Matera e Padova. Assidua frequentatrice di mercatini dell'usato e fiere del fumetto, il collezionismo è il suo hobby preferito, insieme all'amore per la scrittura. Insegna italiano e storia e geografia alle superiori e alle medie, e spesso in classe parla volentieri di Dylan Dog, piuttosto che di Gabriele D'annunzio. Un suo maestro, un tempo, la rimproverò dicendole "Fare, o non fare! Non c'è provare!", e questo è diventato, ormai, il suo motto.

Fin dal mese scorso, quando Ryan Reynolds ha perso per poco un Golden Globe, è stato inserito nella lista di un altro prestigioso premio: Uomo dell’Anno secondo Hasty Pudding Theatricals dell’università di Harvard. Questa è la compagnia teatrale più antica degli Stati Uniti, ed è stata fondata nel 1795. Hasty Pudding Theatricals elegge annualmente l’uomo dell’anno dal 1963 (e la donna dell’anno già dal 1951).

ryan-reynolds-1

Quest’anno, la compagnia di comici di Harvard ha scelto proprio Ryan Reynolds “Per essere un attore talentuoso e diverso, che riesce a passare da un genere all’altro in maniera semplice e naturale, catturando l’attenzione  dello spettatore che non può fare a meno di volere ancora performance del genere”. Ryan Reynolds però non ha solo dovuto ritirare il premio. Sicuramente la cerimonia di premiazione che si è svolta venerdì sera non è convenzionalmente “accademica” e di certo non è una serata di gala. L’atmosfera era molto rilassata e, soprattutto, molto divertente. La performance ha visto coinvolti anche giovani attori dell’università.

C3ykGuPWIAA_i6X

Vi invitiamo a guardare il video che trovate in alto all’articolo e godere ancora una volta dello strepitoso talento e della grandissima autoironia di Ryan Reynolds. Buona Visione!

Altri articoli in Cinema

Joker: Zazie Beetz in trattative per entrare nel cast

Stefano Dell'Unto20 luglio 2018

Animali Fantastici: I Crimini di Grindelwald sarà un thriller più dark del primo episodio

Stefano Dell'Unto20 luglio 2018

Glass: il nuovo teaser dedicato a Mr. Glass

Stefano Dell'Unto19 luglio 2018

Ant-Man & The Wasp, la Recensione – NO SPOILER

Andrea Prosperi19 luglio 2018

L’Uomo d’Acciaio: Henry Cavill vuole Brainiac nel sequel

Stefano Dell'Unto19 luglio 2018

Joker: titolo ufficiale e data d’uscita del film prodotto da Scorsese

Stefano Dell'Unto19 luglio 2018