Il secondo capitolo dei Goonies non vedrà mai la luce, oppure no?

Cinema
Classe 1988, da sempre appassionata di cinema e fumetti, vive a Padova dove è ritornata dopo un lungo periodo trascorso tra Roma, Dublino, Matera e Padova. Assidua frequentatrice di mercatini dell'usato e fiere del fumetto, il collezionismo è il suo hobby preferito, insieme all'amore per la scrittura. Insegna italiano e storia e geografia alle superiori e alle medie, e spesso in classe parla volentieri di Dylan Dog, piuttosto che di Gabriele D'annunzio. Un suo maestro, un tempo, la rimproverò dicendole "Fare, o non fare! Non c'è provare!", e questo è diventato, ormai, il suo motto.

Classe 1988, da sempre appassionata di cinema e fumetti, vive a Padova dove è ritornata dopo un lungo periodo trascorso tra Roma, Dublino, Matera e Padova. Assidua frequentatrice di mercatini dell'usato e fiere del fumetto, il collezionismo è il suo hobby preferito, insieme all'amore per la scrittura. Insegna italiano e storia e geografia alle superiori e alle medie, e spesso in classe parla volentieri di Dylan Dog, piuttosto che di Gabriele D'annunzio. Un suo maestro, un tempo, la rimproverò dicendole "Fare, o non fare! Non c'è provare!", e questo è diventato, ormai, il suo motto.

Al giorno d’oggi, non conta molto se tra un film e il suo sequel siano passati pochi mesi, pochi anni o addirittura decenni. Alcuni esempi possono essere Tron: Legacy, Mad Max: Fury Road e il prossimo Blade Runner 2049. Molte volte, negli scorsi anni, si è molto chiacchierato sull’aggiungere alla precedente lista uno dei più amati film degli anni ’80, I Goonies, dalla cui realizzazione sono passati ormai trent’anni, ma che ancora oggi rimane un grande classico. Sfortunatamente per i fan di questa famosa commedia d’avventura, uno dei membri del cast, Martha Plimpton, non crede che la realizzazione di un sequel sia possibile.

matuszak-cohen

Durante la conferenza stampa per promuovere la serie tv targata ABC, The Real O’Neals, Martha Plimpton, che nei Goonies interpretava Stephanie Steinbrenner, così ha risposto ad un fan che le chiedeva delucidazioni su The Goonies 2: “Vorrei proprio avere una risposta per te, ma credo che posso dirti solo ciò che non vorrai sentire. Questa è stata un’indiscrezione che per anni abbiamo voluto che si realizzasse. Così tanto che ne ho perso la memoria per, quanto radicato nel tempo fosse questo desiderio. Io penso che a Dick Donner (il regista), che è un uomo brillante e divertente, piaccia torturarci con la possibilità che il nostro desiderio si possa realizzare. Penso che sia la sua vendetta dopo che è stato torturato da noi giovani attori per sei mesi nel 1984″.

Inoltre, la co-star della Plimpton nei Goonies, Corey Feldman, ha affermato che a causa dell’avanzata età del regista Donner, non è auspicabile che loro e gli altri membri del cast si riuniscano per un sequel, soprattutto se a comandare il carro ci fosse un altro regista. Sinceramente, noi non abbandoniamo le speranze, ma se la Plimpton e Feldman hanno ragione, sarà davvero difficile poter vedere quel gruppo di ragazzini scalmanati sul grande schermo.

 

Altri articoli in Cinema

Joker: Zazie Beetz in trattative per entrare nel cast

Stefano Dell'Unto20 luglio 2018

Animali Fantastici: I Crimini di Grindelwald sarà un thriller più dark del primo episodio

Stefano Dell'Unto20 luglio 2018

Glass: il nuovo teaser dedicato a Mr. Glass

Stefano Dell'Unto19 luglio 2018

Ant-Man & The Wasp, la Recensione – NO SPOILER

Andrea Prosperi19 luglio 2018

L’Uomo d’Acciaio: Henry Cavill vuole Brainiac nel sequel

Stefano Dell'Unto19 luglio 2018

Joker: titolo ufficiale e data d’uscita del film prodotto da Scorsese

Stefano Dell'Unto19 luglio 2018