Cinema
Giorgio Paolo Campi
Innamorato del cinema da quando a sei anni vide "I predatori dell'Arca perduta". E' in procinto di fondare una religione che proclami Macaulay Culkin il nuovo messia.

Innamorato del cinema da quando a sei anni vide "I predatori dell'Arca perduta". E' in procinto di fondare una religione che proclami Macaulay Culkin il nuovo messia.

I trailer, si sa, possono ingannare; a volte lo fanno persino volontariamente. E quando si tratta di Star Wars: Gli ultimi Jedi – uno dei film di questo 2017 per cui l’attesa è più sentita e pressante (il trailer, pubblicato il 9 ottobre, ha già raggiunto oltre 33 milioni di visualizzazioni su Youtube) – nel tentativo di carpire il mistero di una trama che rimane per ora celato, il web comincia a pullulare di supposizioni, analisi, ipotesi, e teorie le più disparate. A questo link potrete trovare il nostro speciale riguardo al trailer, tanto intricato e criptico quanto ricco di spunti di riflessione e suggestioni.

Anche per questioni di mercato, i trailer, attraverso artifici di montaggio – tagli, raccordi e quant’altro – sono spesso sfruttati per creare appositamente nel pubblico aspettative rivolte in una certa direzione, che portino ad una certa impressione di fondo sull’andamento della narrazione, che potrebbe rivelarsi errata con la visione del film, ed essere disillusa – in positivo o in negativo che sia. A quanto pare, ciò è accaduto anche con l’ultimo trailer de Gli ultimi Jedi, attraverso l’elemento dei dialoghi, ma ora uno dei trucchi – o inganni, se preferite – è forse stato svelato.

ATTENZIONE: da questo punto in avanti, questo articolo potrebbe contenere SPOILER.

Uno dei fulcri intorno a cui le numerose ipotesi hanno gravitato con più insistenza è stata la corrispondenza tra alcune battute pronunciate dalle due voci fuori campo, rispettivamente del Leader Supremo Snoke e di Luke Skywalker, che sembrano potersi riferire alla stessa persona, probabilmente Rey oppure Kylo Ren. Un utente Reddit, però, traducendo i sottotitoli della versione ufficiale in Taiwanese del trailer (che trovate in testa alla pagina), ha portato alla luce nuovi significativi dettagli riguardanti le suddette battute.

La lingua taiwanese infatti, a differenza dell’Inglese, dell’Italiano e della maggior parte delle lingue diffuse nell’occidente europeo e americano, nella seconda persona singolare fa distinzione di genere maschile o femminile, e non delega perciò al contesto extralinguistico la specificazione. La battuta d’apertura, pronunciata dal Leader Supremo Snoke, recita in originale:

When I found you, I saw a raw, untamed power.

 [Quando ti ho trovato, ho visto un potere grezzo, indomito].

In Taiwanese, il pronome di seconda singolare qui usato specifica il genere femminile, per cui si deduce con tutta probabilità che in questo caso Snoke si stia rivolgendo a Rey. L’ Italiano, che potrebbe fornire alcuni indizi attraverso il genere del participio passato dopo l’ausiliare, usa il maschile, che però potrebbe essere interpretato come genere neutro, che mantiene un significato generico, e risulta perciò riferibile tanto ad un interlocutore maschile quanto ad uno femminile. Rimane da capire, a questo punto, in quale occasione Snoke abbia potuto “trovare” Rey; il termine, infatti, sembra potersi adattare più verosimilmente a Kylo Ren. Potrebbe forse riferirsi al momento in cui è venuto a conoscenza dell’esistenza di Rey ne Il risveglio della Forza (“C’è stato un risveglio… L’hai sentito?”), oppure ad un’occasione che verrà mostrata ne Gli ultimi Jedi. Non vale lo stesso per le ultime parole proferite da Snoke:

Fulfill your destiny.

[Adempi il tuo destino].

In questo caso, infatti, il possessivo di seconda singolare è caratterizzato in Taiwanese dal genere maschile; dunque, l’interlocutore sarà verosimilmente Kylo Ren, oppure – come un altro utente Reddit suggerisce – Luke. Se fosse così, sarebbero i maestri dei due fronti, la Luce e il Lato Oscuro, ad essere coinvolti in uno scontro diretto. Questa traduzione perciò potrebbe in effetti scongiurare l’ipotesi che Snoke nelle due occasioni si stia rivolgendo alla stessa persona, e avvallare quella che vede come verosimile un suo confronto diretto con Rey (in un fotogramma, i due compaiono nella stessa inquadratura: Rey sofferente sospesa a mezz’aria, in primo piano, e Snoke vestito con la sua tunica dorata sfumato, sullo sfondo).

Dalle traduzioni dal Taiwanese, infine, è emerso un ulteriore particolare. Avvicinandosi al finale del trailer, Luke pronuncia queste parole, in un tono deciso ma non privo di accoratezza e preoccupazione (caratteristiche che sembrerebbero accompagnarlo per tutta la breve durata del trailer):

This is not going the way you think.

[Questa storia non andrà come tu pensi].

Anche in questo caso, in Taiwanese è specificato il genere maschile nel pronome di seconda singolare. Luke quindi potrebbe rivolgersi a Kylo Ren, forse in un flashback. L’ipotesi non è da escludere, considerando il fatto che Luke sembra pronunciare la frase sotto la pioggia e ne Il risveglio della Forza, durante la visione che ha Rey dopo aver toccato la spada nei sotterranei del castello di Maz Kanata su Takodana, si vede il gruppo dei Cavalieri di Ren, guidati da Kylo, che attaccano sotto torrenti di pioggia scrosciante. In alternativa, Luke potrebbe rivolgersi a qualche altro personaggio; anche – perché no? – allo stesso Snoke.

Un ultimo appunto: il particolare simbolo utilizzato nei sottotitoli in Taiwanese per la seconda singolare maschile è, in effetti, di genere neutro. In Taiwanese esso viene utilizzato, nella maggior parte dei casi, per indicare la seconda singolare maschile in opposizione alla seconda specificamente femminile, ma potrebbe eventualmente indicare anche il genere femminile. Le teorie fin qui esposte, dunque, nonostante colme di suggestioni, non sono da ritenersi in alcun modo certe, né definitive. La persona responsabile della sottotitolazione disponeva di informazioni privilegiate, oppure ha optato per questa traduzione per iniziativa personale, utilizzando il neutro nei casi in cui non sapeva effettivamente a chi fossero rivolte le battute dei dialoghi? Tradurre è sempre un po’ tradire, e molte imprecisioni e deformazioni trapelano nei numerosi passaggi attraverso cui una particolare interpretazione giunge fino al nostro orecchio.

Star Wars: Episodio VIII – Gli ultimi Jedi , scritto e diretto da Rian Johnson (Brick – Dose mortale, Breaking Bad, Looper), verrà distribuito nelle sale americane dal 15 dicembre 2017; in quelle italiane, dal 13 dicembre 2017.

Fonte: SR

Altri articoli in Cinema

Benedict Cumberbatch rompe il silenzio dopo il salvataggio a Baker Street

Daniele Romano16 giugno 2018

Benedict Cumberbatch sarà il Grinch nel nuovo film d’animazione

Gianluca Grasso15 giugno 2018

Rivelati nuovi dettagli su Dragon Trainer: Il Mondo Nascosto

Lorenzo Loretucci15 giugno 2018
Avengers 4

[SPOILER] Svelato il possibile titolo di Avengers 4?

Luca Paura15 giugno 2018

Gli Incredibili 2 – Rotten Tomatoes emette la sentenza

Daniele Romano14 giugno 2018

[SPOILER] Evangeline Lilly parla di Avengers 4

Francesco Damiani14 giugno 2018