Anteprime
Carmen Graziano
Gamer appassionata di Cinema, Anime, Manga, Serie TV e tutto ciò che riguarda Tecnologia ed Intrattenimento. Si narra che nella vita faccia anche altro, ma non ne siamo così sicuri...

Gamer appassionata di Cinema, Anime, Manga, Serie TV e tutto ciò che riguarda Tecnologia ed Intrattenimento. Si narra che nella vita faccia anche altro, ma non ne siamo così sicuri...

Risorto dalle ceneri come una fenice, Thelma è un film di origine norvegese presentato al pubblico del luogo nello scorso anno. Già all’epoca osannato come opera di culto negli Stati Uniti e celebrato nei festival di tutto il mondo, fa il suo ingresso in Italia il thriller drammatico e dalle note horror il 21 Giugno in tutti i cinema della nazione sventolando la bandiera LGBT.


Genere: Drammatico/Thriller/Giallo/Fantastico/Sentimentale
Regia e Scenggiatura: Joachim Trier
Colonne Sonore: Ola Flottum
Distributore:  Teodora Film
Durata: 116′
Data di uscita: 21 Giugno 2018


Trama

Una timida ragazza sempre cresciuta nella campana di vetro della sua famiglia cristiana, si allontana dal suo paesino di periferia per proseguire i propri studi  universitari nella grande cittadina di Oslo. A causa delle amicizie che non è riuscita a crearsi, Thelma si sente particolarmente sola e si rifugia negli studi e nelle rare telefonate che effettua con la sua famiglia.

Un giorno, presa dagli studi nella biblioteca universitaria, Thelma inizia ad avere un malore, dei tremori che la pervadono in tutto il corpo. Tali crisi, paragonabili ad epilessia, le portano una particolare paura di poterne avere ancora.

Grazie a questi particolari avvenimenti che la vedono come protagonista, inizia ad intraprendere una particolare amicizia con una ragazza del suo stesso corso, Anja. Inizia a trascorrere con lei dei bei momenti, sia da sole che in compagnia dei suoi amici, iniziando ad avere finalmente una vita sociale, ciò che ha sempre desiderato.

La loro amicizia, però, inizia ad avere una piega strana. Il comportamento di Anja nei confronti di Thelma sembra essere più che amichevole, difatti i suoi atteggiamenti iniziano mano a mano ad essere sempre più particolari. Thelma all’inizio sembra rifiutarli a causa della cultura cristiana con cui i genitori l’hanno cresciuta, eppure c’è una parte di lei che sembra volerli a tutti i costi.

Sceglie dunque di indagare su se stessa e sulle crisi che sembrano essere sempre più frequenti, scoprendo qualcosa che la lascia senza fiato. In passato ha già subito casi del genere e sua nonna anche ne soffriva, ma tutt’ora è rinchiusa in una clinica curata con farmaci talmente pesanti da stordirla a tal punto da non riconoscere più la realtà.

Durante visite varie inizia a scoprire di avere dei poteri sovrannaturali e che tutto ciò che desidera con tutta sé stessa, fisicamente ed emotivamente, può divenire realtà.

Al suo ritorno a casa, in cerca di un riparo e di conforto, fa delle scoperte molto interessanti a riguardo, tanto da iniziare a scoprire come controllare i suoi poteri e rendere ogni suo desiderio realtà.

Per il momento, ci fermiamo qui con il racconto della trama (sulla quale già ci siamo dilungati abbastanza) e vi consigliamo la visione per scoprire il resto della storia.

Tecnica

La tecnica, in generale, utilizzata per la produzione di questo film è davvero qualcosa di unico, paragonabile a quella utilizzata ai miglior film dello stesso genere. Strutturata nei minimi dettagli, dalla scenografia alla recitazione, Thelma risulta essere uno dei film che riesce a toccare gli animi dello spettatore e far impersonare gli stessi nei protagonisti.

Regia

Il regista Joachim Trier si è ispirato all’Hitchcock di Marnie e La donna che visse due volte, oltre a due romanzi di Stephen King come Carrie e Incendiaria: le loro protagoniste provano a negare il proprio destino finendo poi per doverlo affrontare, come nei miti greci. E’ esattamente in questo modo che egli stesso ha creato un’immagine della sua fantasia in questo film, rappresentando un amore saffico inizialmente rifiutato ma fortemente desiderato dal subconscio delle protagoniste.

Recitazione

Lo stesso Trier ha ammesso che ci sono voluti centinaia di provini per trovare le persone adatte ad interpretare ogni singolo personaggio di questo suo romanzo cinematografico. Cercava negli attori quel misto di maturità ed innocenza di cui Eili (Thelma) è stata capace, era perfetto per mostrare il viaggio del personaggio verso l’età adulta.

«La domanda fondamentale era se sarebbe riuscita a gestire l’enorme pressione “fisica” di questo ruolo, tra serpenti, nuoto in apnea e gli spasmi generati dalle sue crisi che dovevano essere più realistici possibile. Eili ha insistito per non avere quasi controfigure e il risultato è stato sorprendente: non ho mai visto un attore o un’attrice spingersi così in là sul piano fisico per fedeltà al proprio personaggio. Riguardo invece Kaya Wilkins, che interpreta Anja, è una modella e musicista molto famosa.» ha affermato Trier «Kaya vive a New York e Thelma è il suo primo film: malgrado questo, si è rivelata un’interprete notevole e la chimica tra le due protagoniste funziona alla perfezione. È una di quelle persone a cui sembra riesca tutto facilmente.»

In un’intervista durante la presentazione del film chi ha anche rivelato qualcosa per lui molto importante e che ha dato vita all’opera.

«Il lavoro con gli attori era fondamentale e così quello di scrittura: abbiamo preparato una versione iniziale del copione, poi l’abbiamo modificata dopo averla provata con gli attori prima delle riprese. Dopo aver girato molte scene, provavamo una terza versione, grazie a quelle che io chiamo “jazz takes”, in cui lascio gli attori liberi di improvvisare.»

Colonne Sonore ed Effetti Speciali

Gli effetti speciali, insieme alla trama, sono i veri protagonisti del film, senza di essi nulla avrebbe avuto senso.

Cast

  • Elli Harboe – Thelma
  • Kaya Wilkins – Anja
  • Henrik Rafaeksen – Trond
  • Ellen Dorrit Petersen – Unni
  • Grethe Eltervag – Thelma a 6 anni
  • Marte Magnusdotter Solem – Neuropsichiatra
  • Anders Mossling – Dr.Paulsson
  • Vanessa Borgli – Madre di Anja
  • Steinar Kloumann Hallert – Kristoffer
  • Ingrid Glaever – Julie
  • Oskar Pask – Daniel
  • Camilla Belsvik – Infermiera
  • Martha Kjorven – Infermiera
  • Ingrid Jorgensen Dragland – Infermiera
  • Vibeke Lundquist – La nonna

Guardarlo o non guardarlo?

Cosa accadrebbe se la figlia di una famiglia cattolica che le ha sempre inculcato un determinato modo di vivere scoprisse qualcosa di se che i genitori non approverebbero? La storia di Thelma ha una qualità quasi mitica: parla di un rapporto tra padre e figlia, dell’incapacità di accettare il proprio destino. Ma anche della difficoltà di conoscere e accettare se stessi, temi che hanno un rapporto molto stretto con il passaggio all’età adulta e la comprensione di sé da parte dei più giovani.

Dai volti delle attrici pervade quella passione che solo le persone che hanno amato davvero conoscono, un amore tra due giovani donne che regna più solenne di qualsiasi cosa accada intorno o a loro stesse, il desiderio di qualsiasi essere umano, etero o omosessuale. Una storia non solo di amore e passione ma anche di paura, mistero e desiderio di riscatto, che permette a Thelma di arrivare sulla vetta dei nostri preferiti del genere Thriller nonostante tutto.

Thelma

8.2

Trama

7.8/10

Recitazione

8.0/10

Regia

8.5/10

Colonna Sonora ed Effetti Speciali

8.7/10

Originalità

8.0/10

Pros

  • Trama accattivante
  • Recitazione sia studiata che a braccio
  • Un film drammatico tra thriller ed horror
  • Tematiche importanti trattate con estremo rispetto e riguardo

Cons

  • Non adatto a tutte le età
  • Alcune scene sono molto forti
  • Non adatto a soggetti epilettici a causa di continui flash che potrebbero provocare crisi

Altri articoli in Anteprime

Manifest: i primi dieci minuti in anteprima

Giulia D’Onofrio30 agosto 2018

Ocean’s 8, la Recensione – NO SPOILER

Andrea Prosperi24 luglio 2018

Ant-Man & The Wasp, la Recensione – NO SPOILER

Andrea Prosperi19 luglio 2018

Gli Incredibili 2, la Recensione – NO SPOILER

Andrea Prosperi17 luglio 2018

L’affido, la Recensione di un film contro la violenza sulle donne – NO SPOILER

Carmen Graziano10 giugno 2018

L’Atelier, la Recensione – NO SPOILER

Carmen Graziano29 maggio 2018